I BAMBINI E LA GUERRA.jpg

I bambini e la guerra
 

Opere di Raffaela Maria Sateriale
Sabato prossimo alle ore 11 sarà inaugurata presso il Circolo Ufficiali della Caserma Vannucci la mostra “I bambini e la guerra” di Raffaela Maria Sateriale, eclettica artista toscana che ha fatto dell'estro e dell'originalità la sua cifra stilistica, condita di irrefrenabile energia. Le opere di questa mostra sono il frutto di una lunga operazione di analisi e riformulazione dell'immagine fotografica. L'esperienza di peace keeping dei nostri contingenti militari all'estero diventa una lettura trasposta e ben articolata della condizione degli esseri umani inseriti in reticoli di relazioni, tradizioni e di regole sociali. La guerra è così - malaugurata - occasione per riscoprire la spontaneità e la dolcezza disarmante dei bambini, che apparentemente intatti ed ingenui rispetto alle sofferenze alle quali tale condizione li sottopone, continuano a sorprenderci con sorrisi ed espressioni gioiose di rara intensità. Il loro protagonismo, senza alcuna possibilità di fraintendimento, è reso automatico dall'intervento dell'artista che li immerge in fantasmagorici effetti coloristici e vi ricama attorno e sopra un frastaglio di ramificazioni e di reticolati. E' una centralità del soggetto ritratto che Sateriale coadiuva ed esalta, condividendone i contenuti più spontanei e positivi. L'umanità semplice ed ingenua dei bambini riflette pertanto l'animo creativo dell'artista che ha saputo accentuare l'attenzione su scatti fotografici sapientemente trasformati in denunce istantanee delle esistenze precarie di piccole donne e piccoli uomini, che per loro fortuna hanno incontrato grandi uomini e grandi donne ad essi amici.

Roberto Russo