depliant dorian gray.jpg

'Sulle tracce di Dorian Gray'

Mostra collettiva di prestigio a Lido di Camaiore

«Che cosa triste!» mormorò Dorian Gray, sempre tenendo gli occhi fissi sul ritratto. «Che cosa triste! Io diventerò vecchio, orribile, disgustoso, ma questo quadro resterà sempre giovane. Non sarà mai più vecchio di quanto è oggi, in questa giornata di giugno... Se solo potesse essere il contrario! Se potessi io rimanere sempre giovane e invecchiasse il quadro, invece! Per questo... per questo darei qualunque cosa! Sì, non c'è nulla al mondo che non darei!»
'Il Ritratto di Dorian Gray', romanzo-manifesto del decadentismo europeo di fine ottocento, costituisce il leit motiv della prestigiosa mostra itinerante, che sarà inaugurata sabato 14 marzo alle ore 17,00 presso la Galleria Europa a Lido di Camaiore. L'evento è promosso dalla Circoscrizione 3 Lido di Camaiore, dal Comune di Camaiore e dal Comune di Castellina Marittima.
Importanti pittori, fotografi e scrittori hanno aderito al progetto iniziale ideato e allestito dal direttore artistico dello Spazio Espositivo di Arte Contemporanea nell'Ecomuseo dell'Alabastro di Castellina Marittima (Pisa) Raffaela Maria Sateriale, che ha chiesto loro un contributo straordinario ed originale all'intero percorso espositivo. Basta scorrere l'elenco degli 'attori' partecipanti alla mostra itinerante – con catalogo curato dal critico Roberto Russo e pubblicato da Caesar editrice – per comprendere la straordinarietà e qualità dell'evento: Daniel Schinasi (pittore e autore di grandi murales), Giorgio Mondolfo (fotografo di moda e artista), Leonardo Maniscalchi (fotografo di fama internazionale), Alberto Fremura (famoso vignettista e pittore), Arianna Fremura (pittrice), Anna Ka (artista), Giorgio Conti (pittore e fotografo), Annalisa Demi (pittrice), Kaltz (pittore emergente del Senegal), Roberto Russo (critico e scrittore), Riccardo Roma (critico), Hugo Bandannas (scrittore) e la stessa Sateriale. Nella sintesi selezionata appositamente per Lido di Camaiore una quarantina tra dipinti e fotografie solleciteranno il visitatore su tematiche quali bellezza, narcisismo, fascinazione in un dialogo tragico e lancinante tra l'artista e la sua creatura. L'autoritratto ed il ritratto diventano mezzi essenziali per carpire brandelli di verità, a cui soltanto un soggetto terzo, il pubblico, può dare giudizio.
Innumerevoli i possibili spunti, occasionati dagli autori partecipanti. Tradizionale e storico è il contributo di Daniel Schinasi, mostro sacro della pittura internazionale, che sorprenderà il pubblico con autoritratti inediti, dipinti nell'arco della sua vita dagli esordi livornesi e parigini fino all'attuale pendolarismo tra Nizza e la campagna maremmana. Straordinario il ciclo prodotto appositamente per l'evento dal fotografo Leonardo Maniscalchi - reduce da una mostra personale presso il Southeast Museum of Photography di Daytona Beach in Florida - che ha ricostruito un'autonarrazione per immagini dedicata al romanzo di Oscar Wilde. Giorgio Mondolfo, poi, famoso fotografo di beauty e art director di storiche campagne pubblicitarie, ammalierà con un'affascinante teoria di modelle e personaggi famosi. E ancora Anna Ka e Raffaela Maria Sateriale proporranno la loro provocatoria interpretazione dei miti prevalenti e contemporanei.

 

La mostra rimarrà aperta fino al 24 marzo con apertura 15-19,30 dal martedì al venerdì, 11-13,30 e 15,30-19,30 il sabato e la domenica, chiuso il lunedì.

6/6/2008

Sulle tracce di Dorian Gray

ECOMUSEO DELL'ALABASTRO, CASTELLINA MARITTIMA (PI)

1212743859b.jpg

"...'Che cosa triste!' mormoro' Dorian Gray, sempre tenendo gli occhi fissi sul ritratto. 'Che cosa triste! Io diventero' vecchio, orribile, disgustoso, ma questo quadro restera' sempre giovane. Non sara' mai piu' vecchio di quanto e' oggi, in questa giornata di giugno... Se solo potesse essere il contrario! Se potessi io rimanere sempre giovane e invecchiasse il quadro, invece!" Il brano tratto dal romanzo "Il ritratto di Dorian Gray" di Oscar Wilde introduce la mostra che ha come sottotilo "Portraits of celebrities". Una collettiva d'arte contemporanea a cura di Raffaela Maria Sateriale e Roberto Russo a cui partecipano gli artisti: Daniel Schinasi, Andy (Bluvertigo), Leonardo Maniscalchi, Alberto Fremura, Giorgio Mondolfo, Fabrizio Breschi, Giuliano Nannipieri, Anna Ka, Danilo Verticelli, Federico Bellini, Alessio Atzeni, Giorgio Conti, Anna Lisa Demi, Kaltz, Luca Polesi